Data caricamento 02-08-2021 11.43.32
team con sfondo digitale e business
 
 
 
 

Stories di Trasformazione Digitale

Rimani aggiornato sulle stories e news di Trasformazione Digitale con la tecnologia low-code di WebRatio

OMG adotta lo standard IFML, ideato da WebRatio

Low-code
OMG adotta lo standard IFML, ideato da WebRatio

IFML generalizza i concetti di WebML dal dominio Web a qualsiasi tipo di dominio. IFML è stato inserito da OMG nella categoria “MODELING AND METADATA SPECIFICATIONS”, all’interno della quale si trovano anche altri standard molto conosciuti come UML. Le specifiche tecniche del linguaggio di modellazione sono pubblicate direttamente sul sito di OMG, a questo indirizzo omg.org/spec/IFML.

Maggiori informazioni su IFML e su come utilizzarlo si possono trovare sul sito dello standard ifml.org.

Stefano Butti, CEO di WebRatio ha definito l’evento “Un grande orgoglio per la nostra azienda, nata come startup 12 anni fa, che oggi vede una propria creazione approvata come standard internazionale.  Il comitato dell’OMG si è complimentato con noi per la qualità e l’accuratezza del lavoro e la prova è stata la velocità di accettazione del linguaggio.
Una decisione immediata e all’unanimità. I membri  della Analysis and Design Platform Task Force (ADTF) di OMG (il comitato di valutazione degli standard in ambito di modellazione, ndr), tra cui anche rappresentanti di aziende come Lockheed Martin, Microsoft e IBM, hanno capito l’utilità e i vantaggi del linguaggio IFML, che va a coprire una zona “scoperta” da UML e dagli standard OMG in genere: il front-end delle applicazioni.
Con l’evoluzione vertiginosa dei sistemi e degli hardware, le dinamiche di User Interaction (UI), attraverso un browser Web, una finestra applicativa, un mobile device o uno schermo touch di un elettrodomestico o un’automobile, stanno acquisendo sempre maggiore importanza, e lo standard IFML offre una soluzione facile e intuitiva per la loro specifica. Se poi aggiungiamo la capacità di WebRatio di generare automaticamente le applicazioni, il gioco è fatto!
Questo risultato è la prova che il Made in Italy anche in campo informatico non ha nulla da invidiare ai paesi di maggiori successo, come gli Stati Uniti
".

Quali sono i prossimi passi per questo standard internazionale? "Per ora è in versione Beta e lo sarà per un anno, in modo da avere feedback da parte del pubblico per possibili miglioramenti e a partire da marzo 2014 sarà disponibile la versione 1.0 del linguaggio.
Quindi non siamo al punto d’arrivo di un percorso, ma solo all’inizio di una grande storia.

aprile 18, 2013 / WebRatio

< Torna all'archivio delle stories